Ricarica Wireless

Prima dell’iPhone X non avevo mai posseuto uno smartphone che supportasse la ricarica wireless e quindi non ho mai avuto la fortuna di poter sperimentare questa tecnica di ricarica veramente comoda.

Conoscevo la ricarica Wireless poichè già l’Apple Watch la supportava ma è sempre stato un metodo di ricarica riservato solamente a questo dispositivo e non l’ho mai sperimentato su nient’altro.

Era però già da un pò, dopo l’acquisto dell’iPhone X, che avevo iniziato ad adocchiare le varie basi di ricarica wireless disponibili su Amazon senza però trovarne nessuno di convincente.

Gli unici caricabatterie wireless che realmente mi interessavano erano quelli presenti sullo store di Apple: Belkin e Mophie.

Senza volerlo, però, ho optato per un caricabatterie wireless diverso ma che mi ha convinto subito: il NORDMÄRKE di Ikea.

Non so se lo sapete ma Ikea già da alcuni mesi produce prodotti compatibili per la ricarica Wireless Qi e non solo le classiche “basi” ma dei veri e propri mobili già predisposti per la ricarica.

La base di ricarica che ho preso è secondo me quanto più di geniale e semplice possa esserci in quanto non è altro che un “disco” di plastica incastonato dentro un anello di legno (penso sia faggio ma non ne sono certo).

Il disco è composto da una bobina (che è poi il dispositivo che fornisce la carica induttiva) e da un filo lungo circa 1,5 metri che va a connettersi con il trasformatore fornito in dotazione da circa 10 Watt.

La base di ricarica è a bassa potenza (5W) e quindi non aspettatevi velocità di ricarica sbalorditivi ma considerando la praticità di dover semplicemente appoggiare il telefono invece che dover collegare il connettore lightning le volte in cui ricaricherete il telefono sono ovviamente maggiori.

Con l’iPhone X ho notato comunque ricariche generalmente veloci fino all’80% della batteria, da quel punto in poi la ricarica sembra affrontare una specie di “rampa di ricarica” e per arrivare al 100% richiede più tempo che la ricarica a filo.

Il prezzo è interessante in quando l’ho pagato poco meno di 16 € e considerando che contiene già il trasformatore credo sia un best buy istantaneo da posizionare nella propria scrivania o nell’ufficio di lavoro (come ho fatto io).

Il vantaggio di questo caricabatterie rispetto ad altri è la possibilità di poterlo “incastrare” negli incavi passacavi delle scrivanie (o in qualsiasi tavolo mediante un foro che potete fare con una qualsiasi sega a tazza) in questo modo il tutto rimane a “livello” con la scrivania e non vi è il rischio di tirare nel cavo e far cadere il tutto.

Per i più curiosi la ricarica wireless è spiegata molto bene qui.

Qui sotto c’è un’immagine che ho fatto cercando di spiegare in modo abbastanza schematico come funziona la ricarica wireless: considerate che è abbastanza tecnica e se non vi è chiara scrivitelo pure nei commenti e cercherò di spiegarvene il funzionamento.

In conclusione posso dire che la ricarica wireless è una tecnologia estremamente interessante e credo che gli sviluppi, ora che Apple ha deciso di adottare questa nuova tecnologia, saranno tutti indirizzati verso l’adozione di massa.

Stay Tuned.

Condividi

Sono un blogger, uno sviluppatore e un web designer Italiano. Ho iniziato a programmare fin da piccolo e ad oggi ho realizzato numerose applicazioni per iOS, siti web e articoli tecnici. Sono esperto nel web design, nella programmazione Swift (iOS), Visual Basic, HTML, CSS, Javacript e PHP. Ogni tanto scrivo anche qualche articolo tecnico e qualche guida sulle ultime novità in ambito informatico.

Rispondi