Cos’è la Fire TV di Amazon ?

Quante volte vi è capitato di dovere rendere Smart una TV senza poter spendere cifre troppo elevate ? Personalmente molte persone mi chiedono come poterlo fare di recente ho avuto il piacere di provare e utilizzare (con notevole soddisfazione) un prodotto creato apposta da Amazon proprio per questo scopo: la Fire TV di Amazon.

Questa piccola chiavetta HDMI vi permette di trasformare una televisione non smart in un piccolo media center estremamente potente e performante gestito interamente da una distribuzione custom di Android.

Rendere smart la propria TV

Una smart-key è un dispositivo che permette di aggiungere alla propria TV una serie di applicazioni e strumenti utili per visualizzare contenuti multimediali che altrimenti sarebbero inaccessibili in altro modo.

Per esempio con la fire TV è possibile guardare i video su YouTube, riprodurre musica da spotify, guardare The punisher su Netflix (perdonatemi ma sono in quel momento in cui tutto gira attorno ai telefilm Marvel) e non si ferma tutto qui.

Potete divertirvi con qualche gioco (non aspettatevi nulla di prestazione, ovviamente) oppure installando qualche app alternativa a quelle ufficiali potete espandere ancora di più le potenzialità di questa piccola chiavetta smart.

Esteticamente la Fire TV si presenta come un rettangolo molto compatto nelle dimensioni e nel peso e presenta due connettori: una porta HDMI da inserire direttamente nell’uscita della TV e una porta micro-usb necessaria per alimentarla.

Piccola nota sul connettore HDMI: viene fornito in dotazione un piccolo cavo “prolunga” che permette di connettere la chiavetta anche nelle porta HDMI più “nascoste” e inaccessibili o nel caso in cui la nostra TV sia attaccata al muro.

Insieme alla fire-tv trovate anche il telecomando, l’adattatore HDMI (quello di cui parlavo prima) e l’alimentatore micro-usb.

Configurare la Fire

Per alimentare la fire TV avete eventualmente due modi:

  • Utilizzare l’alimentatore fornito in dotazione
  • Collegare la Fire direttamente ad una porta USB della TV (se fornita) tramite un cavetto USB-microUSB

La prima soluzione è personalmente la migliore in quanto vi permette di lasciare in stand-by la chiavetta e riattivare la TV direttamente dal telecomando delle Fire (se la vostra TV supporta l’HDMI CEC) mentre la seconda è più pratica ma ha il difetto che una volta spenta la TV anche la fire viene “interrotta” e ogni attività in stand-by viene bloccata (scordatevi quindi di poterla attivare dall’app o dal telecomando se non avete prima accesso la TV).

La procedura di configurazione della Fire è quanto di più semplice possa esserci: dovete fornire una rete Wi-Fi alla quale far collegare il dispositivo (potete anche utilizzare un adattatore di rete che trovate qui se preferite il cavo di rete al Wi-Fi), il vostro account Amazon e poche altre informazioni per poter procedere con la configurazione vera e propria.

Fatta questa configurazione iniziale potete finalmente utilizzare la Fire e trasformare la vostra televisione in un vero e proprio mediacenter. Potrete installare applicazioni come Netflix, Infinity, Amazon Prime Video, Rai TV, Firefox, Spotify, Amazon Music e tantissime altre.

Piccola nota per i più nerd: la Fire TV si basa su Android pertanto è possibile installare qualsiasi applicazione “.apk” e per farlo ci sono decine di guide sul web (qui trovate una delle migliori). Ovviamente non tutte le applicazioni funzioneranno bene in quanto non ottimizzate per poter funzionare su un mediacenter e altre app, come quella di SkyGo, non funziona proprio (un peccato in quanto sarebbe stato utile ma considerando che Sky ha il proprio mediacenter basato sulla piattaforma Roku immagino abbia fatto i suoi calcoli).

Conclusioni

Se state cercando un modo per trasformare la vostra vecchia televisione in un dispositivo smart e connesso con il web, la Fire TV è sicuramente la miglior scelta che potete fare sopratutto perché in questo momento storico non ha senso investire centinaia di euro in dispositivi come l’Apple TV quando a breve sarà possibile installare l’App di Apple direttamente sui proprio TV.

Una smartbox come la Fire deve tamponare ad un’assenza temporanea: prima o poi cambierete televisione e la prossima avrà inevitabilmente tutto quello che la Fire può offrirvi e molto di più. Non ha senso investire quindi più di 40/50€ per un oggetto che nel giro di qualche anno finirà in soffitta.

Stay Tuned.

Marco Dalprato

Sono un blogger, uno sviluppatore e un web designer Italiano. Ho iniziato a programmare fin da piccolo e ad oggi ho realizzato numerose applicazioni per iOS, siti web e articoli tecnici. Sono esperto nel web design, nella programmazione Swift (iOS), Visual Basic, HTML, CSS, Javacript e PHP. Ogni tanto scrivo anche qualche articolo tecnico e qualche guida sulle ultime novità in ambito informatico.

Rispondi

Torna in alto